LA VERITA’

NO, NON ESISTONO FORMULE MAGICHE, NE’ MAGIA O SCORCIATOIE TUTTAVIA VORREI SINETIZZARE IL PROCESSO DI ILLUMINAZIONE, DI RISVEGLIO “SPIRITUALE”, IN POCHI PASSI CHIARAMENTE ESPOSTI E COMPRENSIBILI A CHIUNQUE, POICHE’ QUALCUNO GIUSTAMENTE POTREBBE OBIETTARE CHE SAREBBE INUTILE APPOGGIARSI SU QUESTA O QUELLA FILOSOFIA QUANDO ESSA STESSA, NELL’ACCEZIONE COMUNE DEL TERMINE, A SUA VOLTA SI BASA O SI APPOGGIA SUL NULLA. SI RITIENE CHE IL FILOSOFO, PER AMORE DELLA SAPIENZA SI METTE A SOGNARE O FANTASTICARE UN MONDO MIGLIORE, L’EMANAZIONE DIVINA PRIMORDIALE, IDEALE E IDEALIZZATA, IL PLEROMA SENZA PREOCCUPARSI MINIMAMENTE SE QUANTO HA PENSATO CON COSI’ TANTO ENTUSIASMO E SPESSO IN BUONA FEDE CORRISPONDA O MENO ALLA REALTA’ DEI FATTI. ALCUNI, MOLTI SOPRATTUTTO I TEOLOGI INTELLETTUALI, HANNO FATTO, FANNO E FARANNO ESATTAMENTE QUELLO, MA C’E’ UN ALTRO TIPO DI “FILOSOFIA”, BASATA SUI FATTI. COME PREMESSA, INVITO I LETTORI A RIFLETTERE, SE L’ODIO E L’AMORE POSSIAMO ANNOVERARE TRA I FATTI, OPPURE NO. PROBABILMENTE SI’, PERCHE’ NONOSTANTE INVISIBILI E PER NIENTE APPARISCENTI IN QUANTO “SEGRETI”, NASCOSTI, PORTANO COMUNQUE IL SOGGETTO A MANIFESTARE BEN PRESTO QUESTI DUE SENTIMENTI TRAMITE AZIONI CONCRETE, TANGIBILI E FACILMENTE DIMOSTRABILI. A PARTE, CHE IL PENSIERO CREA, INDIRETTAMENTE, I FATTI SUCCESSIVI. E A PARTE CHE IL PENSIERO ESSENDO ENERGIA INTERAGISCE SUBITO, DIRETTAMENTE CON IL MONDO OVVERO CON I SUOI ABITATORI DUNQUE IN UNA CERTA MISURA, LO CAMBIA. ALLO STESSO MODO, POSSIAMO CONSIDERARE COME FATTI, UN RAGIONAMENTO LOGICO FONDATO SULL’OSSERVAZIONE IMPARZIALE A 360° DI ALTRI FATTI, ATTUALI O PRECEDENTI, GIA’ ACCADUTI. AD ESEMPIO, LA COMPRENSIONE QUI-ED-ORA DI UN’EQUAZIONE MATEMATICA E’ UN FATTO, ANCHE SE “SOLO” INDIVIDUALE E RIGUARDA UN SINGOLO UOMO, COLUI CHE IN QUESTO PRECISO ISTANTE HA CAPITO LA SUDDETTA. DURANTE UN CONCERTO, TUTTI I PRESENTI ASCOLTANO LA MUSICA PERCIO’ QUELLO CHE ACCADE NEI LORO CERVELLI E’ CERTAMENTE UN FATTO NON PURA INVENZIONE DI QUALCUNO, MA UGUALMENTE QUELLO CHE ACCADE NEL CERVELLO DI UNO CHE ASCOLTA IL CD DELLO STESSO CONCERTO A CASA SUA E IN CUFFIA, E’ CERTAMENTE UN FATTO. EPPURE, LA COSA INTERESSANTE E’ CHE NON PUO’ DIMOSTRARLO, NON RIUSCIREBBE A DIMOSTRARE A NESSUNO CHE IL GIORNO X ALLE ORE Y HA DAVVERO ASCOLTATO UNA DETERMINATA MUSICA E DI AVER PROVATO DETERMINATE EMOZIONI, SE DOVESSE PERDERE IL CD. POSSIAMO FARE UN PARALLELO CON IL CAMPO SPIRITUALE: SE ASCOLTARE LA MUSICA E’ UN’ESPERIENZA CONCRETA SEPPUR INDIMOSTRABILE DALL’ESTERNO (TU SAI DI AVER ASCOLTATO E COSA HAI ASCOLTATO, MA GLI ALTRI NO!), PERCHE’ NON POTREBBE ESSERLO IL PERCEPIRE L’ESSERE O L’INTERAGIRE CON L’INFINITO? DAL PUNTO DI VISTA BIOLOGICO, LA DIFFERENZA NON C’E’. LA VERITA’ NON E’ QUALCOSA DI MISTERIOSO O DI MISTICO CHE NON SI SA COME E QUANDO POTER AFFERRARE, E’ SEMPLICEMENTE LA PERCEZIONE DELLA REALTA’ CHE TI CIRCONDA, CHE PUO’ E CHE DOVREBBE AVVENIRE IN QUALSIASI ISTANTE, UNA PERCEZIONE FEDELE ALL’ORIGINALE SENZA INTROMISSIONE DELLE OPINIONI, ALTRUI E PROPRIE, UNA VOLTA CHE L’ORGANISMO VIENE PURIFICATO DA SEGNALI SPURII, ED UNA VOLTA CHE CI SIAMO ESERCITATI SUFFICIENTEMENTE PER SAPER RICONOSCERE LE ILLUSIONI, OTTICHE E MENTALI.

A QUESTO PUNTO, I PASSAGGI SONO TRE:

1.) CREDERE
2.) DIMOSTRARE
3.) ESSERE

OVVERO:

1.) LAVORARE VERSO INTERNO
2.) LAVORARE VERSO L’ESTERNO
3.) “RIPOSARE” E GODERE DEI RISULTATI

NOTE:

IL PUNTO 1° E’ LA TUA PARTE, ANCHE IL PUNTO 2° E’ LA TUA PARTE, INVECE IL PUNTO 3° NON TI RIGUARDA NEL SENSO CHE IL “RISULTATO”, IL RISVEGLIO, NON PUOI ATTIRARLO NELLA TUA VITA DESIDERANDOLO OPPURE SERVENDOTI DEI TRUCCHI, NO QUESTO E’ IMPOSSIBILE, IL PUNTO 3°SI APPALESA AUTOMATICAMENTE QUANDO HAI MESSO IN PRATICA IL PUNTO 1° ED IL PUNTO 2°, CONTEMPORANEAMENTE. ANZI, SE CERCHI IL RISULTATO QUELLO NON VIENE PIU’ MA VIENE BLOCCATO, FORSE PER SEMPRE, IL TUO COMPITO E’ OCCUPARTI ESCLUSIVAMENTE DEL PUNTO 1° E DEL PUNTO 2°.

LA SPIEGAZIONE:

1.) SI CREDE NELLA VERITA’ INTERIORE
2.) SI DIMOSTRA DI AVER CREDUTO
3.) SI ACCEDE ALLA COSCIENZA, LA VERA COSCIENZA – DUNQUE, SI SPERIMENTA LA TOTALITA’

ATTENZIONE:

SE MANCA IL PUNTO 1°, NON PUOI METTERE IN PRATICA IL PUNTO 2°PERCHE’ NON PUOI DIMOSTRARE AL MONDO UNA MENZOGNA, NON FUNZIONA COSI’. VICEVERSA, SE MANCA IL PUNTO 2°, DAL MOMENTO CHE NON HAI FATTO NIENTE PER DIMOSTRARE LA COERENZA TRA IL PENSIERO E L’AZIONE NON MERITI IL RISVEGLIO POICHE’ TRA L’ALTRO NE AVRESTI ABUSATO PERTANTO NON L’AVRAI.

“TECNICAMENTE” SUCCEDE COSI’:

CREDERE NELLA VERITA’ INTERIORE VUOL DIRE RISPETTARE LE TUE PERCEZIONI DI QUALITA’. LE PERCEZIONI DI QUALITA’ SONO UN’EVOLUZIONE NATURALE DELLE PERCEZIONI ORDINARIE ESATTAMENTE COME I MOVIMENTI DI UNO SPORTIVO CHE SI ALLENA TUTTI I GIORNI DIVENTANO SEMPRE PIU’ PRECISI, SEMPRE PIU’ FORTI, SEMPRE PIU’ FLUIDI, RESISTENTI. COME LO SPORTIVO SA VALUTARE QUANDO E’ IN FORMA E QUANDO NON LO E’, COSI’ UN “UOMO SPIRITUALE” SA VALUTARE, STABILIRE E VERIFICARE QUANDO LE SUE PERCEZIONI SONO DI QUALITA’ E QUANDO INVECE SONO ORDINARIE. UNA VOLTA IMPARATO IL DISCERNIMENTO, A PARTE CONTINUARE A ESERCITARSI, A “PRATICARE”, NON HA ALTRO DA FARE CHE FARSI GUIDARE DA QUESTA COSCIENZA DI SE NELLA VITA QUOTIDIANA, SEMPRE PIU’, E SEMPRE PIU’.

MA:

NON PUO’ “CREDERE” CHI “NON E'”.

DOMANDA, PERCHE’?

PERCHE’ CHI “NON E'”, NON HA NESSUNA VERITA’ DENTRO. NON PUOI FIDARTI DI QUALCOSA CHE NON HAI MAI VISTO, CHE NON HAI MAI SENTITO, CHE NON HAI MAI PERCEPITO, CHE NON HAI MAI COMPRESO. NON PUOI FIDARTI DI QUALCOSA BASANDOTI SU DICERIE O TEORIE. UN PAZZO POTREBBE, MA TU NO.

E QUINDI?

QUINDI SE NON HAI NESSUNA VERITA’ DENTRO, NON DEVI ASSOLUTAMENTE CREDERE ALTRIMENTI MOLTO PROBABILMENTE COMINCERAI A CREDERE IN DEMONI, O NEL NULLA.

IN CONCLUSIONE.

SE SAI CHI SEI, IL TUO PROSSIMO GRADINO SARA’ ACCETTARE, “CREDERE” IN QUELLO CHE SAI DI ESSERE; MA SE NON SAI CHI SEI TORNA INDIETRO, FAR FINTA POTREBBE DISTRUGGERTI.

DOMANDA, PERCHE’ SONO NECESSARI QUESTI TRE PASSAGGI?

IL PRIMO TI ORIENTA, IL SECONDO TI FA TROVARE LA PORTA, IL TERZO TI FA APRIRE LA PORTA!

QUANDO SI DIVENTA FELICI, IN QUESTO PROCESSO?

LA FELICITA’ E’ UNA SCELTA QUINDI PUOI SCEGLIERE DI ESSERLO FIN DAL PUNTO 1°. PRIMA NO, UN PO’ DIFFICILE.

MA, QUANDO SI SPERIMENTA LA “VERITA’ ULTIMA”?

SOLTANTO DOPO IL PUNTO 3°, AL COMPLETAMENTO DI TUTTI E TRE PASSAGGI. IN EFFETTI A CHE GIOVA VEDERE DOV’E’ LA PORTA SE NON PUOI APRIRLA? A CHE GIOVA SAPERE DOVE DOVREBBE TROVARSI LA PORTA SE NON PUOI SCORGERLA? E SOPRATTUTTO A CHE GIOVA FANTASTICARE SULLA VERITA’ SE NON SAI “DOVE” ANDARE? E A CHE GIOVA SAPERE “DOVE” ANDARE, SE NON SAI “DOVE” SEI?

COME POSSO SCOPRIRE “DOVE” SONO?

TU SEI DOVE SONO LE TUE INTENZIONI. SE HAI L’INTENZIONE DI PROGREDIRE, HAI LE GIUSTE POTENZIALITA’ PER CONOSCERE IL “PERCORSO ADATTO A TE”, E DI PERCORRERLO.

E QUANTO DURA L’INTERO CAMMINO-RICERCA?

UN ATTIMO OPPURE L’ETERNITA’ QUELLO DIPENDE UNICAMENTE DA TE.

CHE COSA SONO LE RELIGIONI? SONO UTILI?

QUASI NON ESISTONO LE “RELIGIONI”, NEL SENSO ETIMOLOGICO DEL TERMINE MA COMUNITA’ PIU’ O MENO ESTESE CHE PRETENDONO DI POSSEDERE E INTERPRETARE CORRETTAMENTE IL VERBO DEI PROFETI. NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI SONO INUTILI. SEI TU CHE DOVRESTI AIUTARE QUESTE FINTE RELIGIONI, I LORO MEMBRI, A DIVENTARE AUTENTICHE, QUELLE CHE NON LO SONO. SEMPRE CHE TU NE SIA CAPACE – E FARESTI UN OPERA BUONA.

ESISTONO “ALTRE” VIE?

NO, TUTTE LE VIE SI RICONDUCONO AL TROVARE E AD APRIRE QUELLA PORTA. TU PUOI CHIAMARLA CON MILLE NOMI DIVERSI MA E’ SEMPRE LA STESSA VIA.

C’ENTRANO I PROFETI?

SI’… TUTTI I PROFETI E SAGGI L’HANNO INSEGNATA, IN MODO INDIPENDENTE. NON HANNO COPIATO L’UNO DALL’ALTRO, MA HANNO SPERIMENTATO PERSONALMENTE LA MEDESIMA VERITA’.

AD ESEMPIO, CHI?

BUDDHA, CRISTO, MUHAMMAD…

IN CHE MODO C’ENTRA IL CRISTO?

AVREBBE DETTO: Con il cuore si crede, con la bocca si fa la professione di fede. IN ALTRE PAROLE 1. CREDERE, 2. DIMOSTRARE, 3. ESSERE. QUANDO CREDI NELLA VERITA’ INTERIORE IN SEGUITO AD UNA ESPERIENZA (DIRETTA) DELLA TUA REALTA’ E MOSTRI NEI FATTI DI AVERTI ADEGUATO ALLA VERITA’ INTERIORE ALLORA INTERVIENE IL “PADRE SUO CHE E’ NEI CIELI”, A DONARTI L’ACCESSO GRATUITO AL TUO VERO ESSERE ALLA VERA REALTA’, QUELLA “ALLARGATA”. I VANGELI POI SPECIFICANO: Con il cuore infatti si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa la professione di fede per avere la salvezza. OGNI MAESTRO LO HA SPIEGATO CON PAROLE LEGGERMENTE DIFFERENTI A SECONDA DEL CONTESTO. LA GIUSTIZIA E’ LEGATA ALL’ORIENTAMENTO; LA SALVEZZA ALLA SCELTA DI UN IMPEGNO CORRISPONDENTE. L’UNO SENZA L’ALTRO NON TI FA PROGREDIRE – SOLO IL GIUSTO HA IL DIRITTO AD AGIRE E SOLO QUELL’UOMO CHE SA DOVE STA ANDANDO PUO’ ESSERE TRA I GIUSTI.

IN ALCUNE VIE SI LODA LA MENTE, IN ALTRE SI DENIGRA LA MENTE. IN ALCUNE VIE SI LODA IL CREDERE, IN ALTRE CREDERE DIVENTA UNA PERICOLOSA DROGA, IL VELENO DA EVITARE. PERCHE’? CHI C’E’ DIETRO A QUESTE DOTTRINE AMBIGUE?

NON C’E’ CONTRADDIZIONE. LA MENTE LIMPIDA, ORIGINARIA FA PARTE DELL’ESSERE UMANO QUELLA NON DEVE E NON PUO’ ESSERE ELIMINATA. MA QUELLA CONVENZIONALE, NON NATURALE, CON LE SUE SOVRASTRUTTURE, E’ UN ENORME OSTACOLO PER CHIUNQUE TENTA DI “RISVEGLIARSI” E DI MANTENERSI DESTO. DIPENDE DI QUALE MENTE PARLIAMO. IN ALCUNE SCRITTURE ORIENTALI ANTICHE CON LA PAROLA “MENTE” COSI’ COME VIENE TRADOTTA SI INTENDE PIUTTOSTO LA COSCIENZA E L’ESSERE. NON BADARE ALLA FORMA SCRITTA CONCENTRATI SU QUANTO VOLEVA ESPRIMERE UN AUTORE VISSUTO IN ALTRI SPAZI E ALTRI TEMPI. CREDERE NELLE ILLUSIONI EFFETTIVAMENTE E’ MOLTO PERICOLOSO, FORSE PIU’ DEL ASSUMERE UNA DROGA MA NON LO E’ “CREDERE” NELLE CERTEZZE, NEI FATTI DA TE VERIFICATI, ANZI QUELLA E’ L’UNICA VIA DAVVERO PERCORRIBILE.

TUTTE LE VIE SI EQUIVALGONO?

NATURALMENTE NO PERCHE’ SULLA TERRA CIRCOLANO PURE “DEMONI” CHE INSEGNANO IL CONTRARIO IN NOME DEI GRANDI PROFETI, PER INGANNARE PIU’ GENTE POSSIBILE. PARE, CE NE SIANO TANTI ED ULTIMAMENTE FANNO A GARA, TIPO CHI POSSIEDERA’ PIU’ “ANIME” O DNA UMANI. IL VERO INSEGNAMENTO LO RICONOSCI DAL CONTENUTO E NON DAL SUO NOME-FORMA. ED IN OGNI CASO NON HAI BISOGNO DI NUOVE ISTRUZIONI.

IL “PERCORSO ADATTO A ME” E’ SEMPRE LA STESSA VIA PERO’ DESCRITTA IN MODO “PERSONALIZZATO”, AFFINCHE’ IO LA CAPISCA AL VOLO?

ESATTAMENTE.

AGLI ALTRI UMANI POTREBBE ARRECARE DANNO PSICOLOGICO/ FISICO/ SPIRITUALE?

CERTAMENTE, E CIO’ DIPENDE DALLA LORO INTELLIGENZA – DIPENDE DA QUANTO ESSI SONO CAPACI DI ADATTARE UN RACCONTO ESTRANEO E PIU’ O MENO SIMBOLICO AL CASO LORO, SENZA INTRODURRE O TOGLIERE ALCUNCHE’. FORSE, SONO IN POCHI A SAPER “TRADURRE” COSI’, INTRAVEDERE L’ESSENZA IN OGNI SCRITTO.

CHE COS’E LA VERITA’ INTERIORE?

QUELLA CHE TI PREPARA ALLA VERITA’ ULTIMA. LA VERITA’ INTERIORE E’ IL FRUTTO DEI TUOI SFORZI, LA VERITA’ ULTIMA E’ UN DONO CHE SI AGGANCIA ALLA PRIMA VERITA’, QUELLA PARZIALE.

LA VERITA’ ULTIMA E’ DAVVERO ULTIMA?

NO.

NO? PERCIO’ NON E’ COMPLETA?

NON PUO’ ESSERLO, NON POTRESTI MAI ACCETTARLA, TROPPO COMPLESSA. OGNUNO RICEVE QUELLA PARTE DELLA VERITA’ ULTIMA ALLA QUALE E’ STATO PREPARATO DALLA SOCIETA’ E ALLA QUALE SI E’ PREPARATO. MA LA VERITA’ ULTIMA CHE TI SPETTA E’ SEMPRE UN SALTO DI QUALITA’, E’ MOLTO MAGGIORE E MOLTO PIU’ AMPIA DI QUELLA INTERIORE.

BASTA PER SALVARSI?

CERTAMENTE, BASTA QUELLA PER SALVARSI. NESSUNO SA TUTTO, NEMMENO COLORO CHE HANNO SPERIMENTATO LA VERITA’ ULTIMA. NON E’ NECESSARIO “SAPERE TUTTO”, AMMESSO CIO’ FOSSE POSSIBILE.

MA ALLORA CHE DIFFERENZA C’E’ TRA LE DUE VERITA’ SE ENTRAMBE SONO PARZIALI?

LA “VERITA’ ULTIMA ADATTA A TE”, E’ IL MASSIMO CHE PUOI CONOSCERE ALLO STATO ATTUALE SULLA TERRA, SULL’ESSERE, COSCIENZA, SORGENTE, ETERNITA’, INFINITO. IL RESTO LA PARTE MANCANTE L’AVRAI EVENTUALMENTE SE ARRIVERAI IN “PARADISO”. INVECE LA VERITA’ INTERIORE E’ IL MINIMO, PER INIZIARE. QUINDI LA VERITA’ INTERIORE E’ LA PARTE DELLA PARTE. UN FRAMMENTO PICCOLO, MA FONDAMENTALE.

CHE COS’E’ SALVEZZA?

CI SONO DIVERSI TIPI DI SALVEZZA, CHE SI INTEGRANO E COMPLETANO A VICENDA. ESISTE LA SALVEZZA DAL “PECCATO” OSSIA DA UNO STATO MENTALE DELETERIO E DA UNO STILE DI VITA DEGRADANTE, LA SALVEZZA DALL’IGNORANZA ESISTENZIALE, IN QUESTO MONDO, UNA SALVEZZA SPIRITUALE – ED E’LA PIU’ IMPORTANTE TIPOLOGIA DI SALVEZZA. E’ LA SALVEZZA DA “QUESTO MONDO”, INTESO COME SISTEMA OPPRIMENTE ANTIUMANO. POI ESISTE LA SALVEZZA FISICA, A VOLTE SOLO TEMPORANEA DA UNA EVENTUALE CATASTROFE NATURALE O ARTIFICIALE, DALLE GUERRE, DALLA FAME ETC. INFINE ESISTE LA SALVEZZA FISICA DAL PIANETA TERRA IN QUANTO VIENI RESUSCITATO O CLONATO ALTROVE, PER RICEVERE IL DONO DELLA VITA ETERNA NEL “REGNO DEI CIELI”, UN MONDO PARADISIACO.

IL “SALVATO” OTTIENE TUTTO QUESTO?

NON E’ DETTO, LO DECIDE ALLA FINE IL “PADRE” MA DIPENDE DALLE TUE OPERE.

SE IO SONO CRIMINALE E ASSASSINO MA NELLO STESSO TEMPO HO COMPIUTO MOLTE OPERE BUONE COME REGALARE UN PO’ DI SOLDINI IN BENEFICENZA AGLI AMICHETTI, GRAZIE A QUESTE ULTIME SONO SALVO ED HO GARANTITO L’INGRESSO IN PARADISO?

NON CREDO PROPRIO. INNANZITUTTO E’ SALVO COLUI CHE HA L’ACCESSO ALLA COSCIENZA SUPERIORE – E COLUI CHE HA L’ACCESSO ALLA COSCIENZA SUPERIORE NON SCEGLIE IL MESTIERE DEL CRIMINALE MA CERCA DI AIUTARE TUTTI, INDISTINTAMENTE, SENZA FARE DIFFERENZA TRA RAZZE E POPOLI, “AMICI” E “NEMICI”. NON E’ PENSABILE AIUTARE UNO A DISCAPITO DELL’ALTRO, TANTO MENO FARE DEL MALE A QUALCUNO DI PROPOSITO. IN SECONDO LUOGO, TUTTE LE OPERE ANCHE I PENSIERI VENGONO CONTATE, NON SOLTANTO QUELLE BUONE O PRESUNTE BUONE. IL BILANCIO DEV’ESSERE NETTAMENTE POSITIVO AL TERMINE DI UN’ESISTENZA SULLA TERRA PER MERITARE LA VITA ETERNA.

SE CAMBIO DIREZIONE, SE MI PENTO POSSO ANCORA SALVARMI?

NON BASTA “PENTIRSI” A PAROLE, BISOGNA RIPARARE AL MALE FATTO, LASCIARE IN PACE LE TUE VITTIME, CAMBIARE VITA E FARE DEL BENE DISINTERESSATO ALLE PERSONE SCONOSCIUTE MAI VISTE PRIMA, COSI’ FACENDO PUOI SALVARTI SE IL TUO PENTIMENTO ERA SINCERO AL 100%, ALTRIMENTI E’ UN RICATTO MAFIOSO CHE TI INCOLPA ULTERIORMENTE, ALTRO CHE SALVEZZA.

RIFORMULO LA DOMANDA: LE OPERE CONTANO SEMPRE, INDIPENDENTEMENTE DAL CONTESTO?

NO. SE FAI DEL BENE SOLO PER ESSERE SALVATO, INSOMMA PER COMPRARE LA TUA SALVEZZA, NON SARAI SALVATO PERCHE’ LA SALVEZZA E’ GRATIS. SE INVECE FAI DEL BENE PER GIUSTIZIA, PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI VITA DEI TERRESTRI, PUOI ESSERE SALVATO. MA LE AZIONI CHE TU REPUTI BUONE IL TUO PROSSIMO POTREBBE VALUTARE COME INSIGNIFICANTI O ADDIRITTURA NEGATIVE, FORSE LE TUE AZIONI NON SOLO NON LO AIUTANO MA CREANO CONFLITTI OPPURE OFFENDONO LA SUA INTELLIGENZA. PER QUESTO MOTIVO DIFFICILMENTE UN UOMO ILLUSO POTREBBE RENDERE FELICE UN ALTRO UOMO DAL MOMENTO CHE NON E’ IN GRADO DI COMPRENDERE LE ESIGENZE ED I BISOGNI DEL PROSSIMO, O DEL LONTANO, ANCHE SE MAI DIRE MAI. SAREBBE MEGLIO PRIMA USCIRE DALL’ILLUSIONE, PRIMA RENDERE FELICI SE STESSI. NON PER CASO LA BIBBIA SOSTIENE CHE OCCORRE AMARE IL PROSSIMO COME SE STESSI, NON PIU’ DI SE STESSI. SE A TE STESSO HAI REGALATO SPESSO O SOLO SURROGATI, COME POTRESTI DONARE AL PROSSIMO QUALCOSA DI AUTENTICO? ANCHE IL TUO AMORE SARA’ FINTO O FALSATO DA UNA VISIONE DISTORTA DELLA REALTA’ – E SENZA AMORE NON SI E’ UOMINI MA “DEMONI” E TANTO MENO SI E’ “SALVATI”. PER QUESTO MOTIVO, LE SCRITTURE, TUTTE, PREVEDONO UN PERCORSO PRECISO, CRONOLOGICO, CHE NON PUO’ ESSERE INVERTITO SENZA RISCHIARE TROPPO. PRIMA DI DECIDERE DI ESPRIMERE, RIVERSARE L’AMORE ALL’ESTERNO, DOVRESTI RICEVERLO DALLA SORGENTE. SE NON LO CONOSCI, IL VERO AMORE SENZA CONDIZIONI, COME POTRESTI IRRADIARLO, DISTRIBUIRLO, DIFFONDERLO A CHI NE HA BISOGNO? SE NO LE OPERE CHE UN “UOMO QUALUNQUE” COMPIE POTREBBERO VALERE POCO, O ESSERE NULLE.

SONO LE OPERE GIUSTE CHE CI SALVANO DALL’INFERNO DUNQUE?

NO, E’ L’AMORE CHE CI SALVA DA NOI STESSI, QUELL’AMORE VERO CHE PRODUCE OPERE. NON SONO LE OPERE A PRODURRE L’AMORE, INFATTI. NON E’ STATA DIMOSTRATA L’ESISTENZA DI QUELL’INFERNO MISTICO E SOPRANNATURALE I “DEMONI” PIU’ CHE DI FINIRE IN QUEL LUOGO RISCHIANO LA MORTE ETERNA, ANCHE SE UN “GIUDIZIO UNIVERSALE” CI SARA’ COME ANNUNCIATO PERTANTO LE VITTIME POTRANNO GIUDICARE UOMINI MALVAGI PER FARGLI SUBIRE LA SOFFERENZA CHE QUESTI GLI HANNO PROCURATO VOLONTARIAMENTE. IL PROBLEMA E’ CHE TU NON PUOI SAPERE QUALI ESATTAMENTE SAREBBERO LE “OPERE GIUSTE”, QUELLE DA COMPIERE, PRIMA DI AVER AMATO SENZA CONDIZIONI. NON C’E’ AMORE SENZA GIUSTIZIA, QUELLA VERA, MA NON C’E’ LA VERA GIUSTIZIA SENZA IL VERO AMORE. LE OPERE CHE CONTANO SONO UNA LOGICA CONSEGUENZA DELL’AMORE, NON SONO LE OPERE GENERICHE A SALVARTI MA E’ L’AMORE CHE HA GENERATO LE OPERE GIUSTE, A SALVARTI.

SE IL CRIMINE E’ UNA MALATTIA MENTALE COME ALCUNI AFFERMANO, I CRIMINALI NON SONO COLPEVOLI?

LO SONO PER DIVERSI MOTIVI. DI SOLITO TRATTASI DI UNA MALATTIA AUTOPRODOTTA, INOLTRE IL CRIMINALE SA DI SBAGLIARE MA CREDE DI NON POTERSI FERMARE, IN REALTA’ NEL DUBBIO POTREBBE SFORZARSI A CONTENERSI, ANCHE SE NON SA “IL PERCHE’ DOVREBBE FARLO” IN ATTESA DI CHIEDERE UN AIUTO E DI ESSERE AIUTATO A GUARIRE. NON CERTO CON GLI PSICOFARMACI. INTENDO: GUARIRE DAVVERO, SEMPRE SE LO DESIDERA, SE NON SI OPPONE SCIOCCAMENTE.

UN DELINQUENTE ED UN EX DELINQUENTE, ENTRAMBI HANNO AGITO CONTRO L’UMANITA’ MA UNO POTREBBE ESSERE NON SALVATO, L’ALTRO SI’. CHE RAPPORTO C’E’ TRA I DUE? IN COSA SI DIFFERENZIA IL LORO CERVELLO?

L’EX DELINQUENTE E’ UNO CHE DOPO AVER AGITO SENZA COSCIENZA, IPNOTIZZATO DALLE CIRCOSTANZE OPPURE DAL GOVERNO – VEDI IL PROGETTO MK-ULTRA E MANCHURIAN CANDIDATE – RIFLETTE PROFONDAMENTE SULLE CONSEGUENZE E RINUNCIA A QUELLA STRADA ANCHE CONTRO I PROPRI INTERESSI, ANCHE SE ABITUATO ALLE COMODITA’ DI QUELLA VITA, IL SUO CERVELLO STA SCOPRENDO LA SAGGEZZA. COSTUI MERITA IL PERDONO. INVECE, IL DELINQUENTE, NON RIFLETTE MAI, RIPETE QUANTO ACCADUTO ALL’INFINITO. IL SUO CERVELLO E’ NON PIU’ FUNZIONANTE, E’ SENZA SPERANZA. E’ IL MORTO CHE CAMMINA, UN MORTO SPIRITUALE POETICAMENTE DETTO “DEMONE”. INFINE, C’E’ DA DISTINGUERE (E SEPARARE) PICCOLI DELINQUENTI DAI GRANDI DELINQUENTI PERCHE’ IL CRIMINE E’ UNA MALATTIA CONTAGIOSA, NON VANNO CONFUSI E MISCHIATI INSIEME.

SE LA SALVEZZA E’ UNA QUESTIONE DI AMORE E GIUSTIZIA COME E’ LOGICO CHE SIA, ALLORA I PRETI, I SACERDOTI E CARDINALI DELLE VARIE RELIGIONI O COMUNITA’ VISTO CHE HANNO DEDICATO LA VITA ALL’AMORE E ALLA GIUSTIZIA SONO TUTTI – OLTRE CHE FELICI SULLA TERRA – SALVI IN CIELO, ED A POSTO CON LA COSCIENZA?

NO AFFATTO. QUANDO TU SEI OBBLIGATO AD AMARE PER MESTIERE E QUANDO TU SEI OBBLIGATO A COMPIERE OPERE DI GIUSTIZIA PER MESTIERE, QUEL POCO DI SINCERITA’ CHE CONTA E CHE TROVIAMO IN UN UOMO ORDINARIO POTREBBE SCOMPARIRE DEL TUTTO. INOLTRE L’ABITO NON FA IL MONACO, NON E’ DETTO CHE QUELLE PERSONE SIANO LE PIU’ ADATTE PER QUELLA “PROFESSIONE” DIFFICILE, PARTICOLARE, E NON E’ DETTO CHE UNA VOLTA INIZIATO IL PERCORSO NON SI SIANO FERMATI A META’ STRADA, OPPURE, FORSE HANNO ABBRACCIATO “SATANA” PERO’ SENZA AVERE IL CORAGGIO E LA VOLONTA’ DI CONFESSARLO A NESSUNO. NELLA BIBBIA SONO PROPRIO I SACERDOTI DELLE VARIE RELIGIONI O COMUNITA’ AD OSTACOLARE I PROFETI, A COMBATTERE CONTRO LE RIVELAZIONI DI ELOHA, ALLAH O ELOHIM, IL CREATORE O CREATORI, SPESSO COLORO CHE SONO STATI INNALZATI DALLE MASSE COME I MIGLIORI, I PIU’ BRAVI, SONO I PEGGIORI TRA GLI UOMINI. QUA E LA QUALCHE SACERDOTE POTREBBE ANCHE SALVARSI, NON TUTTI SONO UGUALI, MA NON E’ LA REGOLA. DI SICURO NON LO SALVA IL SUO ABITO, O LA FALSA CONVINZIONE DI ESSERE “SUPERIORE” AI SUOI FRATELLI, CHE DOVEVA SERVIRE INVECE DI FARSI SERVIRE. PER CASO, LO SALVERA’ IL PONTIFEX? NON DIREI.

SE TORNASSE BUDDHA (G.S.), I BUDDHISTI LO ACCOGLIERANNO? SE TORNASSE MOSE’ O ABRAMO GLI EBREI LO ACCOGLIERANNO? SE TORNASSE CRISTO (GESU’) I CRISTIANI LO ACCOGLIERANNO? SE TORNASSE MUHAMMAD, I MUSULMANI LO ACCOGLIERANNO? PARLO DELLA MAGGIORANZA DEI “FEDELI” E DELLA RAPPRESENTANZA UFFICIALE.

NO. NON POSSONO ACCOGLIERE I LORO TANTO “AMATI” E “RISPETTATI” PROFETI, IN QUANTO LI HANNO TRADITI. CHI MAI OSEREBBE? SE VOLEVANO PENTIRSI DEL LORO TRADIMENTO POTEVANO FARLO MOLTO PRIMA, UNA VOLTA TORNATI CHI LI SENTE, QUELLI, CHI AVREBBE IL CORAGGIO DI GUARDARLI NEGLI OCCHI – SOPRATTUTTO CONSIDERANDO CHE QUESTA VOLTA NON VENGONO PER INDICARE UNA VIA MA PER GIUDICARE GLI UOMINI, E LE LORO OPERE CHE MALVOLENTIERI TRASCINANO DIETRO, E CHE NON POSSONO NASCONDERE ALLA SORGENTE? COME LA LUNGA CODA DI UNA COMETA ALL’AVVICINARSI DEL SOLE – COSI’ SONO APPARISCENTI LE OPERE DEI FEDELI: RAPINA, UCCISIONE, BUGIA.

I PROFETI TORNERANNO?

CERTO.

E COSA SUCCEDERA’?

DIVIDERANNO “CAPRE” DALLE “PECORE” – E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI. COME NELLA FAVOLA.

E POI?

COME “E POI”? I GIUSTI DELLA TERRA SI DISPIACERANNO PER LE “CAPRE” MA ESULTERANNO DI GIOIA PERCHE’ LE PECORE SONO STATE LIBERATE, DOPO MILLENNI DI TORTURA, E DI OSCURANTISMO.

BISOGNA RALLEGRARSI?

DIPENDE, SEI UN GIUSTO, TU?

NON LO SO!

ALLORA NO NON C’E’ DA RALLEGRARSI. Ω

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: