L’inganno della polarizzazione forzata

gabbiano

Oggi commenterò la seguente discussione di nove pagine: “io NON sono Charlie“, che trovi qui http://www.altrogiornale.org/forums/topic/io-non-sono-charlie/page/9/#post-302866 – forse ci sarà un seguito, o forse no, dipende.


Chiedersi o chiedere a qualcuno se si sta dalla parte dell’occidente più o meno cristiano o dalla parte del mondo musulmano, ovvero nello specifico se stai con la NATO oppure con l’Isis e Califfato, lo trovo sciocco anche perché fa intendere che il primo ha sempre ragione, oppure che il secondo ha sempre ragione. Ma come si fa a scegliere tra due assassini? Scherziamo? E’ vero come scrive “orsoinpiedi” che c’è qualcuno che comanda su questa Terra e non c’è da fidarsi ma è anche vero come scrive o fa intuire “camillo” che quanto accade in grande accade anche nel piccolo ed è regolarmente il piccolo a formare il grande non viceversa, goccia dopo goccia, giorno dopo giorno, istante dopo istante. Le decisioni dei “grandi”, vengono prese perché fanno da specchio alla volontà, conscia o inconscia, palesata o inespressa della somma dei “piccoli”, degli uomini semplici che compongono i due schieramenti. Prima di criticare i governi, nostri e loro, è necessario interrogarci seriamente sul ruolo dei rispettivi popoli in tali vicende; se nel tuo libro “sacro” fosse scritto che bisogna opprimere o uccidere la persona X o Y, tu che leggi l’avresti fatto? Se hai risposto “sì”, vuol dire che hai azzerato la Coscienza che sei, trasformandoti in un antiUomo (demone). Ecco, avrebbe molto più senso discutere dei singoli argomenti “casualmente” coinvolti in questo finto conflitto generato, provocato e pilotato dai soliti noti – il potere finanziario e l’industria, soprattutto certa industria. Ad esempio: è giusto discriminare e/o lapidare un omosessuale? – E’ giusto convertire la gente con la forza alla tua religione? E’ giusto “conquistare” l’intero pianeta se la forza bruta e la tecnologia moderna rubata ai geni te lo permette? Vedete, questi errori banali quanto terribili e tragici vengono compiuti “tranquillamente” e nella stessa misura da entrambe le parti in gioco. Da noi, nei paesi cristiani, l’omosessuale non viene eliminato fisicamente ma psicologicamente, viene isolato quindi viene fatto suicidare. Per me è la stessa e identica cosa. Non è che un morto sia tanto diverso da un altro morto. Da noi la moglie disobbediente non viene assassinata dalla comunità per motivi diciamo divini con le pietre e tiro a segno però viene assassinata dal marito per motivi di gelosia o dall’amante o da uno degli ex – basta guardare le statistiche sul femminicidio, e sulla violenza domestica in generale. Vale anche il contrario. Sinceramente, non so cosa è meglio e cosa è peggio. Per me è la stessa e identica cosa. Da noi, non c’è il ricatto consapevole “vita o conversione”, però i giovani vengono comunque convertiti, quando non possono opporsi, da neonati, dunque in un’età nella quale assorbono ciecamente ogni input dall’ambiente buono o cattivo che sia. Per me è la stessa e identica cosa, in entrambi i casi vieni programmato indottrinato fin dalla prima infanzia secondo un credo che tu non hai scelto e che probabilmente non si adatta a te. Siccome quasi nessuno si deprogramma in seguito, rimane “alterato” (un pu-pazzo) fino alla tomba. Andiamo avanti. Esistono molti cristiani che vorrebbero “conquistare” l’intero pianeta e schiavizzare gli infedeli, reintrodurre il rogo per le “streghe” e la tortura per i “nemici” ma non fanno notizia, ugualmente esistono musulmani pacifici e neanche quelli fanno notizia nelle televisioni di Stato. Quelli invece che fanno notizia, li conoscete già perciò non ne parlo. Possiamo proseguire con altre domande: è giusto esportare la demoniocrazia all’estero? – E’ giusto occupare la Palestina, terra degli antichi Filistei? – E’ giusto scatenare le guerre di petrolio? – E’ giusto imporre le proprie basi militari, i radar, e le bombe atomiche un po’ ovunque sul territorio straniero sovrano? – E’ giusto spiare/ ostacolare gli oppositori politici? – E’ giusto corrompere i giudici, etc? Se volete, si potrebbe passare alle questioni ancora più sottili, complesse e filosofiche: è giusto continuare a fare figli come conigli dal momento che sono decenni anzi mezzo secolo che siamo troppi su questo minuscolo globo terracqueo vivente? Anche il pianeta vuole “respirare”, ne ha il diritto, e senza di noi starebbe meglio anzi benissimo. – E’ giusto emarginare chi non la pensa come noi? Un comunista? Un fascista? Un Anarchico? Un Cattolico? Un Raeliano? Un ricercatore indipendente che va controcorrente? Oppure un obeso? Un handicappato? Un vecchio? Succede in occidente quanto nel medioriente e in oriente, ma non è una gara. E’ solo stupidità. – E’ giusto parcheggiare i bambini davanti alla TV che gli offre davvero così poco? Eppure l’occidente lo fa. E’ giusto tagliare i genitali alle bambine? No? Eppure il medioriente e l’africa colonizzata lo fa. Eppure non è prescritto nel Corano anzi viene condannato. Ma è tradizione e per i benpensanti la tradizione non si tocca. I missionari cristiani, nel continente nero, più che buona novella della liberazione dalla schiavitù hanno portato la schiavitù di ogni genere, in particolare quella culturale. – E’ giusto spendere 395 miliardi di dollari per sviluppare gli F35 (un morto, un ammasso di ferraglia a malapena volante) per poi lasciare una bimba viva morire nell’autoambulanza, perché gli “ospedali sono pieni”? A proposito, è giusto avvelenare la popolazione con i loro TG tossici, pensiero negativo, illusioni, promesse vuote, bugie ed una marea di farmaci e terapie inutili o dannose, per poi spillare i soldi alle loro vittime quando vengono a curarsi dal carnefice perché le cure alternative sono vietate o vengono derise? – E’ giusto cercare di convincere uno che ha visto l’astronave extraterrestre, di aver osservato venere? Un uccello? Nuvole? Il massimo della scemenza e arroganza umana. Infine, è giusto offendersi perché il tuo prossimo non crede nel tuo dio? Roba da matti. Beh, forse gli è apparsa un’altra Divinità tu che ne sai? Se prima non risolviamo i suddetti problemi tra il popolo, tra di noi, i governanti non lo faranno mai. Non perché “malvagi” ovvero malati di crimine, (anche), ma perché non ne sentono l’urgenza, di mettersi da parte sapendo che non siamo pronti, per lo meno la maggioranza non lo è. Loro ragionano nel seguente modo: “se i sedicenti “buoni” rubano, per quale motivo noi delinquenti internazionali e trasversali incalliti dovremmo astenersi? A maggior ragione, noi dovremmo rubare, opprimere, uccidere ancora di più!”. Naturalmente, ognuno secondo i suoi talenti immaginari. Quale vantaggio avremmo, poi, una volta stabilito che il burattinaio si chiama Gesuiti, Massoni, Illuminati, Banksters, Pinco, oppure Pallino? Una volta individuato, non cambierà alcunché e nulla potrebbe cambiare. Ed anche se fosse possibile sbatterlo in galera, verrebbe immediatamente sostituito da uno peggiore di lui, sapete com’è, agli arconti la fantasia non manca – penso che ancora non abbiamo visto niente. E non mi dite che il tutto è partito da una vignetta innocua sul grande profeta Muhammad perché nessuno ci crede. E’ vero che un bravo musulmano dovrebbe rispettare il divieto di rappresentare Allah e l’inviato (questo, per impedire l’eventuale idolatria sul nascere) ma il non musulmano può e dovrebbe scrivere dipingere o disegnare tutto quello che desidera mica un monoteismo vincola i non credenti in dio. Una vignetta non è un’offesa o contro qualcosa bensì l’espressione di una determinata visione – gnostica o agnostica che sia – della realtà, individuale e quella che ci circonda; ad ognuno il suo percorso, la sua interpretazione, il suo Dharma unico e irripetibile. Chi non sa sorridere non sa nemmeno amare. Se ancora crediamo che imporre un culto o una teoria scientista va bene, che la libertà di opinione e di ricerca deve essere limitata e calpestata per garantire la (finta) sicurezza psicologica di qualche psicopatico o di un Manchurian Candidate che si fa ipnotizzare dall’Orco di turno, allora siamo noi ad aver rinnegato il potenziale Paradiso Terrestre, che potevamo sperimentare qui-ed-ora, e ad aver fabbricato un inferno, il carcere di massima sicurezza dal quale non si esce, né oggi né un domani. Per una volta non incolpiamo la “Terza forza”. Il fatto è che i criminali vengono prodotti, in serie e sotto i nostri occhi ma non dal sistema, piuttosto da noi stessi ogni volta quando non permettiamo ad un qualunque Essere umano di manifestare ciò che è, quando insegniamo che il sesso è male e che la guerra è bene per accontentare la cosiddetta Tradizione, una certa tradizione primitiva e superata da tempo. Gli stessi criminali che, una volta “cresciuti” fuori ma non dentro, per vendicarsi essendo profondamente infelici e disperati scendono in politica quindi aderiscono ai club e sette segrete paramilitari per manovrare i loro burattini preferiti, ossia per opprimere coloro che gli hanno rubato la Vita, la felicità e la vera libertà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: